Cassazione: anche i parenti del paziente hanno diritto al risarcimento

Anche i parenti dei pazienti danneggiati da un errore medico invalidante hanno il diritto al risarcimento del danno. Lo stabilisce una sentenza della Corte di cassazione (numero 28220/2019): dall’invalidità anche solo parzialmente invalidante del congiunto possono infatti derivare sia il dolore per la menomazione del proprio caro, sia la necessità di un impegno di assistenza che determina in maniera apprezzabile un peggioramento delle abitudini di vita di chi la presta.

In pratica, il familiare di un paziente danneggiato può subire sia una sofferenza soggettiva che un mutamento peggiorativo delle proprie abitudini, ovverosia due pregiudizi che, se seri e gravi, devono essere risarciti, a prescindere dal fatto che l’invalidità del congiunto sia parziale e dal fatto che i familiari sui quali grava l’onere di assistenza siano più di uno.

 

https://www.dottnet.it/articolo/29230/cassazione-anche-i-parenti-del-paziente-hanno-diritto-al-risarcimento/?fbclid=IwAR1R6GSulE83uPZWBgJVznzQsg8DP3-yu_OCLtPFPYrZoKJ5XjdLdCA6p9s

Lascia un Commento

La tua email non sarà pubblica.

16 − quindici =